Città e Territorio – Sicurezza

La sicurezza in Città.
Diventa sempre più importante per il Cittadino il bisogno di sentirsi tutelato, protetto e al sicuro, in un momento in cui sembra ci sia un declino inarrestabile di trasgressione delle regole di civile convivenza, partendo dalla delinquenza spicciola e andando sempre più in su verso la criminalità organizzata.
Fattori estremamente negativi che impediscono la crescita civile e culturale di qualsiasi comunità.
Questi possono essere rinvenuti tanto in condotte criminali quanto in comportamenti di inciviltà, tanto in situazioni di disagio sociale quanto nella difficile convivenza tra i diversi gruppi sociali, tanto in fenomeni di degrado urbano quanto nel dissesto paesaggistico ed idrogeologico.
La città nasce come sistema di sicurezza per le persone e per gli scambi commerciali.
Nella storia meno recente l’insicurezza era fuori dalle città: oltre le mura cittadine si aprivano spazi e territori insicuri, in balia del crimine e sottratti al controllo dei poteri pubblici.
Nella città moderna l’insicurezza si è trasferita nel tessuto urbano.
Lo spazio delle città tende a diventare “estraneo” e, dunque, insicuro per gli abitanti: è nella città che si verificano prevalentemente gli episodi criminali e si è esposti maggiormente a rischi e pericoli.
Nelle città si moltiplicano, dunque, le cause di insicurezza.
Nelle città cambia la portata del problema securitario: non più solo prevenzione e repressione dei reati, ma soprattutto promozione e garanzia di migliori condizioni di vivibilità.
Si tratta di un obiettivo che si cerca di raggiungere attraverso l’integrazione delle politiche per la sicurezza con altre politiche pubbliche: pianificazione urbanistica, salvaguardia del territorio, integrazione sociale e culturale, risoluzione dei conflitti, educazione alla legalità.
Cambiano anche i soggetti chiamati a dare risposte alla crescente domanda di sicurezza: all’amministrazione statale e alle forze di polizia si affiancano il sindaco e l’amministrazione comunale, financo i privati.
Di questo preambolo ho fatto la ragione della mia candidatura al Consiglio Comunale con Salvatore Di Falco Sindaco.
Ho intenzione di dedicarmi, se me ne venisse data la possibilità, alla sicurezza della Città di Vittoria, utilizzando il connubio tra la tecnologia mirata alla sicurezza del territorio e dei cittadini che vi abitano, con tutta l’esperienza che ho accumulato in ca. 40 anni di lavoro.
Oggi vi sono opportunità da sfruttare, in termini economici, gestionali e organizzativi, che possono consentire a questa Città, ai suoi cittadini, ai genitori e ai loro/nostri figli di ottenere uno standard minimo di garanzia di sicurezza che, man mano che il progetto che ho in mente, qualora fossi messo nelle condizioni di poterlo avviare e seguire nella sua intera realizzazione, diventerà uno standard di alta efficienza in grado di coprire tutte le richieste di sicurezza che la gente comune reclama a gran voce.
Vi chiedo di avere fiducia nel vostro futuro Sindaco, Salvatore Di Falco e in me.

Avatar

admin

Related Posts

I quartieri

No Comment

Lascia un commento