I quartieri

Eucalipti, il quartiere del Telegrafo e nel mezzo un pallone. Sono cresciuto li, ho chiuso gli occhi per non guardare ciò che mi si presentava e l’odore di quel posto è ancora là. Quel posto dove all’età di 13 anni correvo, sudavo ed inseguivo il sogno più ricorrente tra i ragazzi, rivedo il sacrificio dei miei genitori, la bontà di chi mi ha aiutato, gli amici, il mister, il responsabile del campo, il fischietto e le urla. Di tutto ciò non esiste più niente ma l’ odore degli eucalipti è ancora lì.
Non parliamo di sport ma parliamo di stare insieme dentro una bellezza che dovrebbe circondarci e contaminarci . Dobbiamo generare benessere e lo dobbiamo fare con modelli nuovi di intervento sulle famiglie , ma nello stesso tempo e, forse anche prima, dobbiamo ridare dignità ai luoghi, la bellezza dei luoghi deve andare di pari passo con l’azione di avanzamento sociale che ci siamo prefissati . Non esiste avanzamento sociale se i luoghi dove viviamo sono abbandonati a se stessi ed è per questo che questo luogo pieno di storia deve nell’immediato ritornare ad essere luogo di aggregazione e soprattutto messo in sicurezza utilizzando tutte le possibili risorse pubbliche e private e sempre nel rispetto del bene comune . Colleghiamo le periferie con il centro e nello stesso tempo diamo alle periferie la possibilità di essere centro di se stesso. Questa è la sfida. Nell’immediato parleremo e ci confronteremo con chi vive questo luogo ed insieme ci riusciremo .
Avatar

admin

Related Posts

Città e Territorio – Sicurezza

No Comment

Lascia un commento